ETRC, GIUSTIZIA E’ FATTA PER KISS

Testo e foto MARCO FERRERO

 

In pochi se ne sono accorti, ma lo scorso weekend la ETRC, la European Trucks Racing Championship, il campionato europeo dedicato ai ”camion”, un campionato che ha avuto il suo svolgimento sulle otto tappe programmate su alcuni dei più prestigiosi tracciati del vecchio continente, ha avuto il suo atto finale sul circuito romagnolo “Marco Simoncelli” di Misano Adriatico, con l’incoronazione del nuovo campione europeo.

Come da tradizione della serie si è assistito ad un weekend motoristico dove i “mezzi pesanti”, le cui caratteristiche danno vita a manches nelle quali i “contatti” sono all’ordine del giorno e le battaglie serrate, hanno regalato emozioni e sono tornati dopo un anno forzatamente di sosta su un tracciato che sa esaltare le battaglie tra questi “giganti della pista”.

Dopo un weekend, nel quale, tra incidenti, penalizzazioni e colpi di scena a ripetizione, la cui narrazione necessiterebbe uno spazio di svariate pagine, di gare, nel quale è letteralmente successo di tutto, il successo finale nella serie è andato a Norbert Kiss, che torna sul gradino più alto della classifica finale dopo i successi ottenuti nel 2014 e nel 2015, e che lo scorso anno era stato privato del successo per questioni legate al regolamento del campionato.

Il trentaseienne ungherese lo scorso anno non aveva, pur essendo al comando della classifica in quel momento, potuto fregiarsi dell’alloro continentale in quanto, come previsto dal regolamento, non era stato disputato causa le arcinote vicissitudini sanitarie un numero minimo di gare tale da poter attribuire validamente il titolo; il successo di quest’anno pertanto restituisce “sul campo”, come giusto, al pilota magiaro quanto lo scorso anno lo stesso non aveva potuto meritatamente acquisire.

Nell’ultimo atto del 2021 Kiss, che doveva solo dovuto amministrare saggiamente il consistente vantaggio che aveva in classifica, non si è comunque risparmiato, alla fine risultando il pilota che nel weekend romagnolo ha raccolto più punti, anche ovviamente approfittando della lotta fratricida che ha coinvolto i suoi avversari.

La classifica finale 2021 della ETRC vede il seguente podio:

1^ Norbert Kiss – punti 276,

2^ Sascha Lenz – punti 227,

3^ Adam Lacko – punti 203.

Solo quarto il pluri campione Jochen Hahn, che in questa stagione non si è rivelato consistente quanto in altre annate ed è apparso spesso in difficoltà, collezionando alcune battute a vuoto di troppo che lo hanno, purtroppo per lui, prematuramente tagliato fuori dalla lotta per il titolo per il quale era legittimamente considerato come uno dei principali favoriti.

Ancora una volta ci si trova a considerare come questo evento, al pari di molti altri, venga “snobbato” e rimanga retaggio dei pochi, almeno in Italia, appassionati di questa appassionante ed entusiasmante disciplina; un vero peccato, perché si tratta di gare veramente coinvolgenti e di un campionato certamente un po’ “particolare” ma assolutamente altrettanto emozionante.

Ci si augura che la prossima stagione il circus della ETRC faccia ancora ritorno in Italia, magari in un periodo dell’anno più “favorevole” alla presenza di pubblico e che possa essere maggiormente “appetibile” anche per coloro che non sono ancora fervidi appassionati di questa tipologia di competizioni

L’attesa, non solo per gli appassionati, è per il prossimo anno; facilmente ipotizzabile un grande lavoro invernale da parte di tutti i team, chi per confermarsi, chi per cercare la rivincita, per una nuova entusiasmante stagione.

(foto di archivio)

Condividi su: