ELMS 4 ORE DI MONZA Pole position per il team TDS Racing X Vaillante

TESTO E FOTO GIUSEPPE MAGNI

Lo svizzero Beche ha segnato il giro più veloce

Calda, caldissima oggi l’atmosfera nel Tempio della Velocità a Monza, come succede in ogni giornata da qualifica che si rispetti. Abbiamo scelto, per raccontarvela, un posticino di tutto rispetto: la staccata alla Variante Ascari, vista dalla parte esterna. Da lì abbiamo potuto apprezzare quanto tutto i piloti abbiano davvero sfruttato ogni centimetro di pista per limare anche il più piccolo decimino che avrebbe potuto portarli più in alto possibile in griglia di partenza. Alcuni sobbalzavano addirittura in ingresso, in piena frenata, prendendo il cordolo alla destra della vettura, per poi sterzare a sinistra e saltare sui dissuasori, ebbene sì, ci sono anche qua, posti sulla corda interna della curva.

Pietro Fittipaldi partirà in seconda fila con la 43

 

Alla fine il più veloce di tutti è stato il trentacinquenne svizzero Mathias Beche, che ha portato l’Oreca 07 Gibson LMP2 del Team TDS Racing X Vaillante in pole position, bissando così quella ottenuta brillantemente a Le Castellet. Tempo della numero 31: 1’38”032. A poco meno di 3 decimi, in prima fila partirà il 23enne olandese di Dongen Job van Uitert del Team Panis Racing, vettura numero 65.

Prima fila per la numero 65

È stato davvero elettrizzante come questi funamboli siano riusciti in soli 10 minuti di sessione di qualifica a tirare fuori tutto il potenziale dai loro spettacolari bolidi recanti la tabella blu con numero bianco. Al terzo posto un nome altisonante della storia dell’Automobilismo sportivo: Pietro Fittipaldi, che ha portato la numero 43 del Team Inter Europol Competition in seconda fila con il tempo di 1’38”588, a poco più di mezzo secondo dalla pole position.

Poi si sono classificati James Allen quarto, con l’Algarve Pro Racing numero 47, Ye Yfei quinto, con la Cool Racing numero 37 e sesta la PREMA Racing numero 9 con Louis Deletraz. Il team italiano dovrà darsi veramente da fare domani per aggiungere un’altra vittoria alle due già conquistate nelle prime due prove della stagione.

In LMP3 pole per la 13 del danese Jakobsen

In LMP3 la pole position se l’é aggiudicata il giovanissimo Malthe Jakobsen della Cool Racing, in 1’43”627. Il non ancora ventenne danese ha staccato di 8 decimi un altro baby, il diciassettenne Nicolas Pino, con la Inter Europol Competition numero 13, mentre ha mancato la prima fila di un solo millesimo il ventunenne olandese Kay van Berlo, con la vettura numero 3 del Team United Autosports.


Spettacolare l’approccio delle LMP3 alla staccata della Ascari. Gli spavaldi giovanissimi protagonisti non esitavano a saltare sul cordolo interno, nel tentativo di guadagnare velocità in percorrenza.

Nella categoria LMGTE la pole position se l’è aggiudicata il veterano tedesco Christian Ried, con la Porsche 911 RSR-19 numero 77 di Proton Competition in 1’48”859. Al secondo posto la Ferrari 488 GTE Evo numero 83 del Team Iron Lynx della spettacolare Sarah Bovy. L’equipaggio femminile più agguerrito al mondo partirà dunque in seconda posizione nel raggruppamento GT, promettendo battaglia grossa!

Ried in pole nella classe GT

Al terzo posto un’altra vecchia lenza: Andrew Haryanto, con la Porsche RSR del Team Absolute Racing, numero 18.
Brillantissimo quarto e veramente bravo a Giacomo Petrobelli. Il 47enne pilota veneziano ha fermato i cronometri sul 1’49”735, portando molto in alto la sua Ferrari 488 GTE Evo numero 66. Non molto lontano la celebrità Michael Fassbender: l’attore irlandese ci sa fare anche al volante: settimo in 1’50”272 con la Porsche del team Proton Competition.

Un bell’incitamento per la gara di domani se lo merita certamente Fabrizio Crestani, la cui Ferrari del Rinaldi Racing è stata portata in 10 posizione da Christian Hook e, soprattutto, mi sento di incitare più di tutti l’equipaggio tutto tricolore composto da Claudio Schiavoni, Davide Rigon e Matteo Cressoni. La loro Ferrari 488 GTE Evo partirà solo 11esima, ma conoscendo il valore dell’equipaggio, saprà certamente risalire la china.


Domani ci saranno le gare, la 4 Ore di Monza partirà alle 11.30. Ma, se fossi in voi, farei di tutto per essere qui prima delle 10.30, dove è prevista la Grid Walk per tutti i fans! Se non vi fosse mai capitata l’emozione di vivere l’immediata vigilia di una gara automobilistica direttamente dalla griglia di partenza, questa è davvero l’occasione giusta, per di più offertavi in uno dei più prestigiosi e famosi autodromi del mondo, il Tempio della Velocità di Monza!
Vale la pena esserci, vi garantisco. Perciò vi aspetto tutti, numerosissimi, domani mattina. A godere del rombo vero di questi motori meravigliosi.

GIUSEPPE MAGNI

Condividi su: