WEC 24 ORE LE MANS Qualifiche serrate ma che ingiustizia certe penalità!

TESTO E FOTO DALL’INVIATO GIUSEPPE MAGNI

La Ferrari penalizzata per un errore di piazzola ai box, follia pura (foto Ferrari)

Ed eccoci nel pieno clima della 24 Ore di Le Mans, che, se dal punto di vista atmosferico ci sta riservando frescure pre primaverili, in pista, invece, il clima si è presentato assolutamente arroventato, fin dalle prove di qualificazione disputatesi ieri sera, nelle quali i primi 12 si sono classificati nello spazio di 1 secondo. Alla fine l’ha spuntata sorprendentemente DriesVanthoor con la BMW che ha staccato un ottimo 3’24”465.

La Casa tedesca ha davvero impressionato per la consistenza della prestazione, nonostante un dritto con conseguente impatto frontale contro le barriere a metà sessione che aveva fatto temere gravi danni. Dietro la BMW, della quale fanno parte, come equipaggio, anche Marco Witmann e Raffaele Marciello, si è piazzata, forse ancora più sorprendentemente, la Cadillac numero 3 del profeta in patria Sebastien Bourdais, staccato di soli 177 millesimi. Al terzo posto la Ferrari del puntuale, velocissimo Antonio Fuoco, che ha preceduto una Alpine A424 particolarmente in palla, la numero 35 di Paul-Loup Chatin, Ferdinand Habsburg-Lothringen e Charles Milesi.

Alpine gioca in casa e ha piazzato due vetture nella top 10

Poi abbiamo l’altra Cadillac e l’altra Ferrari, la mitica numero 51 vincitrice lo scorso anno, che ha preceduto le due Porsche, quella ufficiale di Kévin Estre e la Jota di Stevens, Nato e Ilott, protagonista nelle successive libere di un botto notevole nella notte, praticamente a fine sessione.

Le Toyota hanno avuto difficoltà, con addirittura Kobayashi protagonista di un fuori pista che ha fatto interrompere le qualifiche, così non solo non è riuscito a qualificarsi per l’Hyperpole di stasera alle 20, ma addirittura i commissari gli hanno tolto tutti i tempi per aver causato l’incidente! Voglio essere franco: questa decisione davvero non ci sta, nessuno può credere che il buon Kamui abbia causato l’incidente di proposito.

Il nostro inviato pronto a seguire la 24 ore come si deve

Così come i 10 secondi inflitti alla Ferrari numero 51 per aver sostanzialmente sbagliato la piazzola durante una fermata paiono eccessivi. Sono davvero decisioni che infastidiscono gli osservatori e gli appassionati che stanno venendo qui a godersi lo spettacolo, a cui debbono poter partecipare tutti i protagonisti, senza esclusioni a tavolino che, davvero, rovinerebbero una bellissima festa dello sport quale è sempre stata la mitica maratona sulla Sarthe.

Condividi su: