FERRARI CHALLENGE, AL MUGELLO SI CHIUDONO LE SERIE CONTINENTALI

Testo e foto MARCO FERRERO

 

Come noto a tutti gli appassionati della categoria, nel weekend del 21 novembre sul circuito del Mugello si svolgeranno le Finali Mondiali del Challenge Ferrari, che saranno peraltro sicuramente occasione per ricordare ancora una volta la scomparsa di Riccardo Benvenuti, Direttore Stampa del circuito, amico e persona cara a tutti coloro i quali operano a livello media, e non solo, durante le manifestazioni.

Da non dimenticare però che nel fine settimana del Mugello si chiuderanno anche le serie continentali, appuntamento per taluni decisivo per la conquista del titolo, per altri momento di celebrazione di un risultato già conseguito anticipatamente; relativamente alla serie Europea, quella che seguiamo più da vicino e di cui ci sono meglio noti i protagonisti, prima del round toscano finale le classifiche recitano le seguenti situazioni:

TROFEO PIRELLI:

1^ Michelle Gatting – punti 152,

2^ Niccolò Schirò – punti 123,

3^ John Vartique – punti 108.

TROFEO PIRELLI AM:

1^ Sergio Paulet – punti 134,

2^ Christian Brunsborg – punti 121,

3^ Hugo Delacour – punti 105.

COPPA SHELL:

1^ Ernst Kirchmayr – punti 151,

1^ John Weiland – punti 151,

3^ Fons Scheltema – punti 98.

COPPA SHELL AM:

1^ Willem Van der Vorm – punti 122,

2^ Joakim Olander – punti 80,

3^ Giuseppe Ramelli – punti 72.

Se da un lato Michelle Gatting e Willem Van der Vorm hanno già conquistato i loro titoli europei, nel Trofeo Pirelli AM e, soprattutto, nella Coppa Shell, dove Kirchmayr e Weiland sono a pari punti, la lotta è ancora aperta con due piloti a giocarsi il titolo e con un pronostico impossibile da redigere con un grado di affidabilità appena reale.

Per le altre serie, difficile, anche se la speranza guida diversamente il pensiero, causa gli strascichi del COVID, che vi sia una partecipazione consistente di piloti provenienti dagli USA o, ancor meno probabile, dall’Oriente, anche se, ovviamente, sarebbe bellissimo ne arrivassero tanti, soprattutto in ottica della gara iridata.

Un’annotazione, magari ovvia e scontata: le gare valide per l’assegnazione dei titoli delle serie continentali saranno sicuramente, come accade peraltro tutti gli anni, un’ottima cartina di tornasole per verificare chi potrebbe essere in grado di aggiudicarsi il titolo iridato in quanto, di solito ed a meno di imprevisti, chi è protagonista nell’ultima gara europea va a vincere il titolo iridato o si piazza a podio; in ogni caso, l’ultima tappa “continentale configurerà un ricco antipasto in vista del “main event” della domenica.

Ricco, come sempre, il programma del lungo fine settimana del Mugello, con attività in pista a partire dalla giornata di giovedì, per concludere con il “main event” di domenica, con l’assegnazione dei titoli iridati 2021, ultimo atto di questa stagione del Challenge Ferrari.

Condividi su: