IMOLA, “CLASSIC” SEMPRE DI MODA

 

Organizzato dalla francese Peter Auto, l’Imola Classic, dopo l’appuntamento estivo di Le Mans, riporterà nel weekend del 26-28 ottobre sul circuito del Santerno macchine che in un passato più o meno lontano in quella sede furono protagoniste di gare entusiasmanti. 

Prototipi, Formule, Gran Turismo, un numero di auto sicuramente ben superiore alle 100 unità, a rappresentanza di una fascia temporale dagli anni ’50 a quelli ’80 saranno impegnate in un ricco programma di prove e gare suddiviso su tre giorni, a partire dal venerdì mattina con le prove libere sino alle gare della domenica pomeriggio. 

 

 I motori di Porsche, Ferrari, Lola, Chevron, March, Nissan, ma anche Jaguar, Cobra, Alfa Romeo e BMW, solo per fare qualche nome, romberanno ancora una volta e riporteranno indietro nel tempo con un pizzico di nostalgia specialmente coloro i quali hanno qualche capello bianco in più. 

Un evento che in ogni occasione, sempre su tracciati europei di grande tradizione e fascino (Monza, Imola, Le Mans), si presenta magistralmente organizzato con grande professionalità, e anche in questa occasione vi sono tutti i presupposti perché si assista a un grande spettacolo. 

 

 
Questo ritorno al classico inevitabilmente non può non riportare alla memoria quella terribile data di maggio del 1994 in cui un destino crudele ha privato, proprio sul tracciato romagnolo, lo sport dell’automobilismo di un campione come Ayrton Senna, di cui rimane sul lato interno del “Tamburello” una statua a memoria del pilota brasiliano sempre coperta di bandiere giallo/verdi e di ogni sorta di omaggi.

Un classico, insomma, che ha sempre il suo fascino e non che passa mai di moda. 
 

 

(foto di archivio dell’edizione 2017 di Monza)

 

Condividi su: