Nuova tecnologia per le celle della Neue Klasse: il BMW Group rafforza la competenza sulle batterie come parte dell’iniziativa europea Battery Innovation

Comunicato BMW GROUP

  •  Focus sullo sviluppo della prossima generazione di celle agli ioni di litio (Li-Ion) per la Neue Klasse
  • Salto tecnologico: ulteriore sviluppo nella chimica e nel formato delle celle
  • Batterie allo stato solido compatibili con il settore automobilistico entro la fine del decennio – veicolo dimostrativo ben prima del 2025
  • Chiara affermazione: il veicolo elettrico più green è una BMW

 

 

Monaco. Il BMW Group accelera lo sviluppo per la tecnologia delle batterie del futuro, sostenendo così il ramp-up di una catena del valore europea di celle e batterie. In questo contesto, Oliver Zipse, presidente del consiglio di amministrazione di BMW AG, ha ricevuto una decisione di finanziamento dal ministro federale dell’economia e dell’energia, Peter Altmaier, e dal ministro bavarese dell’economia, dello sviluppo regionale e dell’energia, Hubert Aiwanger, a sostegno dei progetti per le batterie del BMW Group nel quadro della batteria IPCEI (Important Project of Common European Intertest).

Per il BMW Group è chiaro che i sistemi di stoccaggio dell’energia sostenibili e ad alte prestazioni rappresentino il fattore chiave di successo per la mobilità individuale del futuro. Lo sviluppo di celle per batterie altamente innovative e sostenibili è quindi un elemento fondamentale per una catena del valore europea di celle e batterie ad alte prestazioni.

Questa aspirazione si riflette nella Neue Klasse, che il BMW Group ha presentato per la prima volta durante l’Annual Conference di marzo. Questa nuova generazione di veicoli, che verrà lanciata entro la metà del decennio,sarà elettrica, digitale, circolare – e chiaramente incentrata su alimentazioni 100% elettriche.

Per la Neue Klasse, il BMW Group sta sviluppando la tecnologia delle batterie di prossima generazione con una chiara aspirazione: “Con la Neue Klasse, faremo un grande salto tecnologico nella trazione elettrica”, ha dichiarato Oliver Zipse, presidente del consiglio di amministrazione di BMW AG a Monaco. “Vogliamo aumentare significativamente la densità di energia delle celle e allo stesso tempo ridurre i costi di produzione e di utilizzo dei materiali. Ridurremo significativamente anche l’uso di materiale primario per garantire una batteria davvero “green”.”

Con la Neue Klasse, il BMW Group punta ad avanzare nel campo dei motori a combustione interna in termini di autonomia e costi di produzione. Ad esempio, la mobilità elettrica “engineered by BMW” è destinata ad attrarre e convincere nuovi gruppi di acquirenti in tutto il mondo. Per questa sesta generazione della tecnologia BMW e-drive, il gruppo sta valutando i diversi formati, la chimica e i moduli delle celle nell’ambito dell’attuale fase di sviluppo. Un obiettivo chiave è quello di creare batterie davvero green, riciclabili e a basse emissioni di carbonio.

Batterie allo stato solido per l’utilizzo in serie – veicolo dimostrativo ben prima del 2025

Il BMW Group sta pianificando fin da ora il futuro oltre questa prossima generazione: entro la fine del decennio, la densità di energia delle celle delle batterie dovrebbe registrare un aumento compreso tra il 30% e il 60% – partendo da livelli attualmente già alti.

Frank Weber, membro del consiglio di amministrazione di BMW AG, Development: “L’auto elettrica più verde del mondo sarà una BMW – sostenibile dal concept iniziale fino al riciclo dopo l’utilizzo. Stiamo sviluppando la cella della batteria del futuro: sarà potente, sicura, economica e riciclabile – dalla selezione del materiale alla riciclabilità dopo l’utilizzo nel veicolo. Tutto questo sarà creato all’interno di una catena del valore europea”. Weber prosegue: “Stiamo portando avanti una ricerca intensiva sulla tecnologia delle batterie allo stato solido. Entro la fine del decennio, realizzeremo una batteria allo stato solido compatibile con il settore automobilistico per la produzione in serie. Abbiamo in programma di presentare un primo veicolo dimostrativo con questa tecnologia ben prima del 2025”.

Il BMW Group possiede una vasta competenza in-house riguardo l’intera catena del valore dei motori elettrici e ha continuato ad ottimizzare la tecnologia relativa alle celle delle batterie di generazione in generazione. Anche la chimica delle celle è stata costantemente sviluppata: per esempio, la percentuale di cobalto nel materiale catodico è stata significativamente ridotta dal 33 per cento al 10 per cento nel passaggio dalla Gen3 della BMW i3 alla Gen5, introdotta nel 2020 con la BMW iX3 – allo stesso tempo, il contenuto di nichel è aumentato a circa l’80 per cento. Per ridurre al minimo il consumo di risorse primarie, fino al 50 per cento di nichel riciclato viene già impiegato nel l’accumulatore di tensione ad alto voltaggio della nuova BMW iX.

Offensiva elettrica in pieno svolgimento

 Grazie ad architetture di veicoli intelligenti e ad una rete di produzione altamente flessibile, il BMW Group avrà circa una dozzina di modelli completamente elettrici sulle strade già nel 2023. Oltre alla BMW i3, alla MINI Cooper SE e alla BMW iX3, già presenti sul mercato, due importanti esempi di innovazione, la BMW i4 e la BMW iX arriveranno su strada quest’anno – la BMW i4 addirittura tre mesi prima di quanto originariamente previsto.

Nei prossimi anni, seguiranno le versioni completamente elettriche della BMW Serie 5 e della BMW X1. Inoltre, ci sarà una BMW Serie 7 completamente elettrica, così come il successore della MINI Countryman e altri modelli. Nel 2023, il BMW Group avrà almeno un modello completamente elettrico su strada in circa il 90% dei suoi attuali segmenti di mercato.

Entro il 2025, il BMW Group aumenterà le vendite di modelli completamente elettrici di una media significativamente superiore al 50 per cento all’anno – dieci volte di più che nel 2020. In totale, l’azienda avrà consegnato circa due milioni di veicoli completamente elettrici ai clienti entro la fine del 2025.

Sulla base delle attuali aspettative di mercato, il BMW Group prevede che entro il 2030 almeno il 50 per cento delle vendite globali sarà costituito da veicoli completamente elettrici. In totale, il Gruppo porterà su strada circa dieci milioni di veicoli completamente elettrici nei prossimi dieci anni. Questo significa anche che il BMW Group è strategicamente in linea con gli ambiziosi obiettivi di riduzione di CO2 dell’UE per il 2025 e il 2030.

L’impegno del BMW Group nell’IPCEI

 Nell’ambito delle due batterie IPCEI (Important Projects of Common European Interest), il BMW Group sta sviluppando celle per batterie altamente innovative, sostenibili, ottimizzate dal punto di vista funzionale e convenienti come elemento chiave di una catena europea del valore di celle e batterie.

Il Ministero federale dell’economia e il Ministero dello Stato bavarese per gli affari economici, lo sviluppo regionale e l’energia sostengono il progetto nel quadro del processo di finanziamento europeo IPCEI.

Il ministro federale Altmaier: “Con i progetti europei comuni abbiamo costruito con successo la catena del valore delle batterie in Germania e in Europa e assicurato posti di lavoro sostenibili. Sosteniamo BMW in due progetti concreti nel campo della tecnologia delle batterie. Entrambi i progetti sono centrali per l’ulteriore espansione dell’elettromobilità in Germania”.

Il ministro bavarese dell’economia Hubert Aiwanger: “Lo sviluppo delle celle per batteria è un’ottima opportunità per l’industria automobilistica bavarese e per l’industria tecnologica nel suo complesso. La Baviera sostiene il progetto IPCEI di BMW con un cofinanziamento al fine di garantire un valore aggiunto in un settore centrale dell’alta tecnologia con un grande potenziale futuro.

Poiché l’elettromobilità sta diventando sempre più importante, dobbiamo produrre le celle delle batterie necessarie qui in Germania, preferibilmente in Baviera. Il nostro obiettivo deve essere quello di partecipare economicamente in favore di questa tecnologia rispettosa del clima e di rendere l’Europa più indipendente dai fornitori di paesi terzi”.

Dopo lo sviluppo di una prossima generazione di celle agli ioni di litio e di un innovativo concetto di modulo e sistema di batterie nel primo IPCEI, il lavoro di BMW nel secondo IPCEI si concentra sullo sviluppo della prossima generazione di celle agli ioni di litio, sullo sviluppo e l’ottimizzazione delle tecnologie di processo e la costruzione di un prototipo d’impianto di produzione per moduli e sistemi di batterie innovativi.

Il BMW Group si sta focalizzando inoltre sul riciclo e sulla riciclabilità dei materiali delle batterie, con l’obiettivo principale di ottenere una batteria completamente riciclabile.

Attraverso la ricerca e la convalida di tecnologie future come le batterie allo stato solido (le cosiddette “All-Solid-State-Battery”, ASSB), il Gruppo non solo rafforza la propria competenza, ma anche il sito industriale tedesco. Per il BMW Group la tecnologia ASSB rappresenta una svolta nel campo automobilistico. Seguendo l’approccio olistico di un ciclo chiuso di innovazione e sviluppo, BMW svilupperà prodotti innovativi a partire dalle celle, fino ai moduli e sistemi delle batterie con un focus sul miglioramento della funzionalità e della struttura dei costi. Anche il riciclo e l’impiego delle batterie dopo il loro utilizzo automobilistico sono elementi che vengono presi in considerazione.

Il BMW Group è coinvolto nella ricerca, nello sviluppo e nell’industrializzazione della catena del valore delle batterie in Germania più di qualsiasi altro produttore di veicoli. I risultati della ricerca raggiunti dal BMW Group e dai partner coinvolti nel progetto IPCEI rafforzano lo sviluppo di una catena del valore delle batterie integrata a livello europeo. Inoltre, vari concept per le batterie allo stato solido vengono studiati insieme ai partner europei di R&S nell’ottica di implementare il prototipo più promettente. In questo modo, il Gruppo sta preparando la strada allo sviluppo e alla produzione di successo di celle per batterie in Europa.

 

Condividi su: