RENAULT E.DAMS VINCE LA SECONDA GARA DELL’E-PRIX DI BERLINO

 

Renault e.dams ha realizzato una bella gara nella seconda prova berlinese, con la vittoria di Séb Buemi e l’ottava posizione di Nico Prost, risultati che consentono all’équipe di migliorare di 58 punti il vantaggio sul primo contendente e a Séb Buemi di restare in testa alla classifica piloti.

La seconda manche dell’ePrix di Berlino è iniziata con un cielo azzurro e temperature più elevate. Nella terza sessione di prove libere, Séb Buemi ha firmato un giro eccezionale in 1:07.712 sec, il tempo più veloce del weekend, mentre Nico Prost si manteneva al decimo posto. Nella quarta e ultima sessione delle prove libere, il pilota svizzero chiudeva terzo e il suo compagno di squadra decimo.

 

Entrambi i piloti venivano poi assegnati al gruppo 2 nelle qualifiche, dove il leader del campionato si qualificava per la Super Pole, in cui realizzava il secondo miglior tempo, a soli 0.098 sec dall’autore della pole e vincitore della prima gara, Felix Rosenqvist, mentre Nico Prost si accontentava del decimo posto.

 

Slanciandosi dalla prima fila in seconda posizione, e Nico Prost otto posti più indietro, i due piloti sono riusciti a realizzare un’ottima partenza. Séb Buemi conservava il secondo posto, mentre il compagno di squadra ne guadagnava uno, dopo aver superato Mitch Evans alla fine del primo giro. Prefiggendosi la missione di superare ciascuno dei concorrenti, Nico Prost riusciva ad avere la meglio su Oliver Turvey per l’ottavo posto. Al diciassettesimo giro, un contatto tra le due monoposto di DS Virgin Racing faceva arretrare Sam Bird al settimo posto. Nel giro successivo, Nico Prost trovava ancora risorse per superare il pilota britannico e conquistare la settima posizione.

Durante il cambio auto imposto, è mancato poco ad un contatto tra le due Mahindra. Anche se Rosenqvist riusciva a precedere Séb Buemi in uscita, l’incidente è stato analizzato e ha provocato una penalità di dieci secondi per lo Svedese, avvantaggiando il leader del campionato per la vittoria della gara.

 

Negli ultimi giri, Jean-Eric Vergne, Sam Bird e Nico Prost ci hanno regalato una delle battaglie più intense della stagione. Durante il pit-stop, il britannico era riuscito a passare nuovamente davanti a Nico Prost, riconquistando così il settimo posto. Il Francese dava fondo alle riserve senza riuscire a sorpassarlo e terminava così la seconda corsa del weekend in ottava posizione.

 

Renault e.dams lascia Berlino con 229 punti al suo attivo, conservando il primo posto nel campionato costruttori, con 157 unità per Séb Buemi e 72 per Nico Prost, che si piazza in quarta posizione, cedendo il terzo posto a Rosenqvist. Le prossime gare si svolgeranno a New York, nuova destinazione del calendario, il weekend del 15-16 luglio.

Alain Prost, co-fondatore della scuderia: «Tutta l’équipe è riuscita a riprendere in mano la situazione dopo la delusione della giornata di ieri. È questa la forza del nostro Gruppo. Tengo a felicitarmi con tutti, collettivamente».

Jean-Paul Driot, co-fondatore della scuderia: «Siamo felici di vincere la seconda corsa di Berlino. Non siamo andati all’attacco negli ultimi dieci giri perché sapevamo che Felix Rosenqvist avrebbe subito una penalità di dieci secondi. Dopo la delusione di ieri, la vittoria di oggi e il terzo posto di Di Grassi ci consentono di recuperare i dieci punti persi durante la prima gara, riconquistando un pò di vantaggio nel campionato, il che ci soddisfa pienamente prima di prendere il comando a New York con Sébastien Buemi, lo spero».

 

Séb Buemi – #9: «Ho messo al sicuro il mio secondo posto sulla griglia e poi ho fatto una corsa senza incidenti. Ho avuto un leggero contatto nella prima curva e ho temuto di ritrovarmi con l’alettone posteriore danneggiato, il che mi avrebbe penalizzato per il resto della corsa. Sono partito con il treno di pneumatici più usati, sperando di poter essere più competitivo con la seconda monoposto. Nella prima parte della gara, ho tentato di seguire il ritmo di Felix, per non trovarmi troppo indietro alle sue spalle e riuscire a distaccare il resto dei piloti. Nonostante l’ottimo pit-stop e l’utilizzo del Fanboost, non sono riuscito a superarlo. Quando abbiamo saputo che Felix avrebbe subito una penalità, abbiamo deciso di portarci meno all’attacco. L’obiettivo era che superasse il traguardo con più di dieci secondi di vantaggio su Di Grassi. Tengo a felicitarmi con lui, perché ha fatto due belle gare questo weekend».

 

Nico Prost – #8: «Sono un pò frustrato per questa giornata. Avevo un buon ritmo nelle prove libere, poi le qualifiche sono state deludenti. Sono stato competitivo nella prima parte della corsa, riuscendo a superare Mitch Evans e poi Oliver Turvey e Sam Bird. Tuttavia, ho perso tempo al pit-stop, perché sono rimasto bloccato dall’uscita pericolosa delle Mahindra e poi non sono riuscito a realizzare altri sorpassi. Non sono soddisfatto del risultato: avremmo potuto fare nettamente meglio del P8».

Condividi su: