In arrivo la nuova Summer Promo su COYOTE MINI e il decreto sugli autovelox che diventa Legge.

Comunicato COYOTE

 

In arrivo l’estate, periodo di prime gite o weekend fuori porta e di meritate vacanze. COYOTE vuole agevolare l’automobilista con nuovi sconti o promozioni.
La nuova summer promo inizia oggi 30 maggio e durerà fino al 16 settembre e prevede che i nuovi clienti, in fase di acquisto del dispositivo COYOTE MINI, possano godere di uno sconto immediato di 148,99€ IVA inclusa per l’acquisto simultaneo di un dispositivo COYOTE mini e di un abbonamento 1 anno al servizio.
COYOTE MINI dispositivo dal design compatto perfetto per qualsiasi modello di auto e moto e compatibile con Bluetooth, rappresenta l’essenzialità del servizio COYOTE.

COYOTE è da sempre impegnato per la sicurezza sulle strade e grazie ai suoi dispositivi è possibile sapere in tempo reale le condizioni del traffico stradale, eventuali code, cantieri, incidenti ed evitare multe salate o ritiro della patente in prossimità di Tutor.
Per quanto concerne gli autovelox COYOTE segue continuamente le evoluzioni della normativa sul codice della strada e informa che il 28 maggio sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il decreto sugli autovelox che è diventato legge.

Il nuovo decreto sugli autovelox, voluto dal ministro dei Trasporti Matteo Salvini, ha
introdotto significative modifiche che riguardano l’installazione, la segnaletica e i limiti di
velocità.

La prima novità di rilievo riguarda l’autonomia dei Comuni nell’installazione degli
autovelox. In precedenza, le amministrazioni locali potevano decidere autonomamente
dove collocare questi dispositivi. Con il nuovo decreto, invece, è il prefetto a decidere il
collocamento degli autovelox, anche per quelli mobili montati su treppiedi e presidiati
dalla polizia ai lati delle strade. I Comuni devono ora dimostrare che il tratto di strada
scelto per l’installazione dell’autovelox è caratterizzato da un elevato numero di incidenti
causati principalmente dalla velocità e ottenere l’autorizzazione del prefetto. Per
ottenere l’autorizzazione all’installazione degli autovelox, i Comuni devono fornire una
dettagliata analisi del numero, della tipologia e delle cause degli incidenti stradali, con
particolare riferimento alla velocità come causa principale. Questo passaggio è cruciale
per garantire che gli autovelox siano utilizzati in modo efficace e mirato, riducendo
realmente il rischio di incidenti.
Il decreto prevede altri importanti cambiamenti relativamente al posizionamento della
segnaletica di avviso del dispositivo di rilevamento della velocità (es. fuori dai centri
urbani almeno 1 km prima del dispositivo), di mantenere delle distanze minime fra un
autovelox e l’altro, nuovi limiti di velocità e identificazione di luoghi dove invece non
possono essere posizionati gli autovelox.

I comuni hanno 12 mesi di tempo per adeguare gli autovelox alle nuove disposizioni.

Condividi su: