KIA EV6 Il crossover elettrico anticipa il futuro della mobilità

DI PAOLO CICCARONE

Sali a bordo, e ti ritrovi nel futuro. Kia EV6 è quel passo in avanti nella mobilità elettrica che ti spiazza. La chiamano Crossover, ma sembra più una coupé sportiva anche se gli spazi a bordo sono proprio tipici di vetture di dimensioni più vicine ai Suv che alle sport come le intendiamo di solito. Il prodotto coreano (qui le prime immagini dello scorso marzo) è il frutto di stile, eleganza e tecnologia frutto del lavoro congiunto fra la sede di Namyang (Corea), Francoforte (Germania) e Irvine (California, Stati Uniti).

UNA GLOBAL CAR MONDIALE

Una linea per tutto il mondo, verrebbe da dire, che comprende elementi stilistici asiatici, europei e americani. Una global car, come le chiamano oggi. EV6 è il primo modello (BEV) sviluppato sulla piattaforma E- GMP appositamente creata per i veicoli a sola trazione elettrica del gruppo Hyundai. (leggi qui lo sviluppo tecnico) Il rivoluzionario modello EV6 è stato progettato seguendo la filosofia “Opposites United”, che prende ispirazione dai contrasti e dalle energie positive presenti in natura e negli ambienti che ci circondano. Fin qui la parte teorica del progetto, poi la vedi, la tocchi con mano e la guidi e qualcosa cambia.

POTENZE DA 325 A 585 CV

Infatti, con potenze variabili da 325 CV a 585, con trazione integrale e a due ruote motrici, scopri che il futuro elettrico è qualcosa di reale. I dubbi, semmai, riguardano lo sviluppo di questa mobilità con tutti i problemi ad essa legata. Ma restando nell’ottica prodotto, ovvero una vettura da provare, il risultato è senza dubbio incredibile. Come nelle altre esperienze vissute in prima persona (da Opel Mokka a Ford Mustang E a BMW iX50) al volante l’impressione è positiva. Si accelera (magari con la modalità sport) e si scatta via che è un piacere. Tanta coppia, ripresa e sicurezza di marcia in ogni circostanza. In Germania è stata già eletta auto dell’anno (clicca qui)

INTERNI FUTURISTICI DI QUALITA’

Seduti al posto guida, la prima cosa che colpisce è la visuale. Nell’abitacolo spicca infatti  il grande schermo AVN e sotto questo schermo i passeggeri possono intervenire sui comandi dell’HVAC (riscaldamento, ventilazione e aria condizionata) utilizzando pulsanti, mentre al di sotto la plancia si inclina progressivamente seguendo il profilo anteriore dell’auto incrementando la sensazione di grande spazio che caratterizza tutto l’abitacolo. I sedili sono sottili per limitare l’ingombro e lasciare più spazio possibile ai passeggeri e sono rivestiti in tessuti dal design raffinato, realizzati utilizzando materiali riciclati ed ecosostenibili.

CONSOLLE CHE RICORDA GLI AEREI

La differenza fra auto e aereo diventa sempre più sottile e impalpabile con comandi che con la tradizione auto del passato non hanno più nulla che spartire. In fondo, è futuro anche questo. Materiali molto belli a vedersi e al tatto, anche se l’insieme di grigio, nero e carbon look potrebbe generare un po’ di confusione, forse troppa roba tutta insieme, sarebbe stata bella anche con meno rifiniture. Parere personale. L’abitabilità posteriore è da primato: spazio a volontà anche per passeggeri di alta statura, per non parlare poi dei sedili anteriori.

BAGAGLIAIO DA 511 LITRI A SCHIENALI DRITTI

Il bagagliaio ha l’accesso orizzontale in piano, la linea a coupé limita un po’ la capienza ma siamo sempre sui 511 litri come dichiarato dalla Casa, per cui ce ne è a sufficienza. Molto pratica la gestione delle varie opzioni, con comandi facilmente intuibili e da azionare, senza dover andare per forza nel menù del computer e sfogliare un po’ di pagine prima di selezionare quella che serve. I cerchi da 20 pollici, belli davvero, sono un po’ problematici sui dossi delle nostre città, per cui si paga dazio sul comfort di marcia, ma sul resto poco da dire.

SI GUIDA COME UNA SPORTIVA

Al volante: come le termiche tradizionali. La rotellina centrale del cambio automatico messo in D e si parte. Nonostante la mole, si muove agilmente, non sembra portarsi a spasso quasi 5 metri di vettura. I motori elettrici sibilano quel tanto che basta per capire che c’è qualcosa di nuovo sotto al cofano e scegliendo la modalità sport, col quadrante che cambia colore, si apprezza meglio la spinta e l’accelerazione, specialmente in fase di sorpasso, dove senti una botta dietro che fa tanto sport con motori tradizionali di altra potenza. Siamo poco oltre i 5 secondi da 0 a 100, più che sufficiente per sentire la botta nella schiena.

RICARICA RAPIDA CON COLONNINE DA 250kW

Tutte le versioni italiane hanno un accumulatore da 77,4 kWh effettivi, che accetta ben 250 kW in corrente continua: con una colonnina di questa potenza, in circa 20  minuti si passa dal 10 al 80% di ricarica. La variante a trazione posteriore ha 225 CV, costa 49.500 euro e la maggiore autonomia dichiarata (528 km). Poi ci sono quelle 4×4 da 325 CV, con percorrenze ufficiali variabili fra 484 Km e 506 Km per la 4 ruote motrici (autonomia inferiore) e la 2 ruote motrici con prezzi da 53.000 euro. E infine la GT (da 69.500 euro), che arriverà nei prossimi mesi e che con i suoi 585 CV promette uno 0-100 in soli 3,5 secondi. Questa è anche l’unica che di serie può cedere energia dalla batteria all’esterno (fino a 3,6 kW, come il contatore di casa): utile in caso di emergenza. A tutte va abbinato il confort pack come optional a 2250 euro se uno lo desidera, ma già di base ce ne è d’avanzo su EV6. Ovviamente la garanzia è di 7 anni e con la possibilità di finanziamenti e un anticipo da 9950 euro la rata è di 399 euro al mese.

I PREZZI

EV6 AIR        225 CV  528 KM AUTONOMIA    49.500 EURO

EV6 2WD      325 CV           506 KM AUTONOMIA       53.000 EURO

EV6 4WD GT            325 CV           484 KM AUTONOMIA       61.000 EURO

EV6 GT AWD           585 CV           400 KM AUTONOMIA       69.500 EURO

SCHEDA TECNICA

Motore elettrico anteriore
Potenza massima kW (CV)/giri74 (101)
Coppia max Nm/giri255
Motore elettrico posteriore
Potenza massima kW (CV)/giri165 (224)
Coppia max Nm350
Potenza massima complessiva kW (CV)239 (325)
Tipo batteriaioni di litio
Tensione – capacità800 V – 77,4 kWh
Potenza max di ricarica dalle colonnine
In corrente alternata11 kW
In corrente continua250 kW
Tempo di ricarica7 ore e 20″ (a 7,2 kW)
Trazioneintegrale
Freni anterioridischi autoventilanti
Freni posterioridischi autoventilanti
Le prestazioni dichiarate 
Velocità massima km/h185 (autolimitata)
Accelerazione 0-100 km/h5,4 secondi
Autonomia kmda 400 km a 525

GUARDA LA GALLERY DI KIA EV6

Condividi su: